Alla XXII Triennale di Milano dal 1 Marzo al 1 Settembre 2019 avremo l’occasione di visitare la mostra intitolata “The Great Animal Orchestra”.

The Great Animal Orchestra nasce dalla collaborazione dello studio londinese United Visual Artists (UVA) con Bernie Krause, ed è promosso dalla Fondation Cartier pour l’art contemporain di Parigi.

Bernie Krause

Bernie Krause è un artista musicista ed esperto di bioacustica, una scienza interdisciplinare che fonde insieme biologia ed acustica. Viaggiando per il mondo alla ricerca delle melodie naturali prodotte dagli abitanti del nostro pianeta , Krause ha registrato e studiato la complessa organizzazione dei suoni animali. In tutto ha raccolto più di 5.000 ore di registrazioni di habitat naturali. Tra i luoghi da lui esplorati ci sono il parco Algonquin dell’Ontario, Il delta dello Yukon -Alaska- dove convergono uccelli di diversi continenti, la Repubblica Centro Africana, dove ha registrato i versi delle scimmie. Ha anche catturato la cacofonia dell’Amazzonia e i suoni delle balene dall’Alaska e dalle Hawaii.

L’installazione

Questo progetto sonoro ha trovato poi espressione visiva grazie alla collaborazione degli UVA. Il gruppo di artisti ha immaginato una traduzione visuale dei paesaggi sonori di Bernie Krause. Questo ci permette di ascoltare e visualizzare i suoni contemporaneamente in una installazione tridimensionale che è già stata presentata nella mostra omonima del 2016 alla Fondation Cartier di Parigi.

The Great Animal Orchestra è un progetto artistico che riporta i nostri sensi in sintonia con la natura, lasciandoci stupefatti con la sua incredibile biodiversità.
Un lavoro che fa meditare sulla necessità di preservare la bellezza del nostro pianeta, da sempre mentore dell’artista e soggetto principale di molte opere d’arte. Ma soprattutto, elemento essenziale per un armonico continuo della nostra esistenza.

Tutto questo e molto altro alla Triennale di Milano, Viale Emilio Alemagna, 6.