La Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze, luogo e simbolo del Rinascimento italiano, presenta il nuovo programma per l’anno 2020.

Dal 2006 a oggi la Fondazione ha organizzato oltre 40 mostre, con oltre 3 milioni di visitatori complessivi, spaziando con successo dall’arte antica a quella moderna e recentemente puntando sempre di più sull’arte contemporanea.

Un 2020 internazionale

Dopo il grande successo delle mostre di quest’anno, come quella ancora in corso “Verrocchio, il maestro di Leonardo”, aperta fino al 14 luglio e che ha vantato fino ad oggi oltre 120.000 visitatori, il palazzo annuncia che aprirà l’anno nuovo dedicandolo interamente all’arte contemporanea. Fra gli artisti invitati ad esporre, la star internazionale Jeff Koons, con una mostra a lui dedicata dal settembre 2020 al gennaio 2021. Un’altra mostra sarà interamente dedicata all’artista argentino Tomas Saraceno, dal 21 febbraio 2020 al 19 luglio 2020. I due artisti di fama internazionale stanno già lavorando in collaborazione con Palazzo Strozzi per realizzare le mostre evento. Fra gli altri artisti invitati ad esporre per la prossima stagione troviamo Marina Abramovic, Ai Weiwei, Bill Viola, Carsten Höller.

Firenze centro culturale

Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, dichiara che “l’anno 2020 rappresenta un momento fondamentale nella storia di Palazzo Strozzi”. Palazzo Strozzi si pone infatti sempre più come un punto di riferimento tra le istituzioni culturali a livello internazionale, promuovendo la città di Firenze e la Regione Toscana anche come destinazioni per la grande arte contemporanea.  La città di Firenze, che ha già dato spazio ed espressione all’arte contemporanea molte altre volte, diventa così un punto sempre più importante per l’arte di oggi a livello internazionale.

florence

Tomás Saraceno (21 febbraio 2020 – 19 luglio 2020)

Le opere di Tomás Saraceno creano connessioni inaspettate tra arte, architettura e scienza, coinvolgendo il pubblico in esperienze immaginative e partecipative per ripensare collettivamente il modo in cui abitiamo il mondo, al di là di una prospettiva solo umana. In quello che rappresenta il suo più grande progetto mai realizzato in Italia, l’artista trasformerà Palazzo Strozzi in un nuovo spazio unitario mettendo insieme sue celebri opere e una nuova grande produzione site specific. Affiancata da un ricco programma di attività interdisciplinari, la mostra creerà una sorta di organismo vivente tra l’umano e il non umano, il visibile e l’invisibile, in cui tutti gli esseri entrano in connessione contribuendo alla creazione di una nuova realtà condivisa.

tomas saraceno biennale venezia

Jeff Koons (settembre 2020 – gennaio 2021)

Superstar dell’arte contemporanea, Jeff Koons sarà protagonista a Palazzo Strozzi di una importante mostra monografica retrospettiva a lui dedicata. Il percorso porterà a Firenze le opere più celebri della carriera dell’artista, dagli anni Settanta agli anni Duemila fino alle sue ultime inedite produzioni: dai primi ready made fino alle più recenti grandi sculture, in una costante sperimentazione e contaminazione di immagini e simboli tanto della storia dell’arte quanto della cultura contemporanea.

jeff koons

Natalia Goncharova

Ricordiamo che da Settembre a Palazzo Strozzi (28 settembre 2019 – 12 gennaio 2020) si terrà la mostra Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso (28 settembre 2019-12 gennaio 2020), esposizione co-prodotta con la Tate Modern di Londra. La mostra celebra una straordinaria figura femminile dell’arte del Novecento, ripercorrendo la sua vita controcorrente e la sua ricca e poliedrica produzione a confronto con capolavori di celebri artisti come Gauguin, Matisse, Picasso, Balla e Boccioni. Le opere provengono dalle collezioni dei più prestigiosi musei internazionali.

Natalia Goncharova

Per saperne di più sugli eventi a Palazzo Strozzi visita il sito!