CAMERA, il Centro Italiano per la Fotografia di Torino propone, dal 24 gennaio al 31 marzo 2019, una mostra su Sandy Skoglund, Visioni Ibride. L’esposizione, curata da Germano Celant, è la prima antologica dell’artista statunitense.

 

L’artista

Sandy Skoglund (1946) è una artista, fotografa e installation artist statunitense, che vive e lavora a New York. L’opera che l’ha resa conosciuta a livello mondiale è Radioactive Cats del 1980. L’opera è una monocroma stanza grigia abitata da due personaggi anziani , immobili, circondati da una grande quantità di gatti verdi.

La tecnica

La Skoglund realizza installazioni ambientali utilizzando piccole sculture da lei create e messe in posa.  Crea così scenari inverosimili e irreali.  Le bizzarre situazioni da lei riprodotte e fotografate risultano angoscianti. Effetto che ottiene con un appiattimento di luci e ombre e l’utilizzo di colori vivi  e uniformi.

La mostra

La mostra riunisce lavori che vanno dagli esordi nei primi anni Settanta fino all’ inedita opera Winter, alla quale l’artista ha lavorato per oltre dieci anni. Si tratta a tutti gli effetti di una anteprima mondiale, che sottolinea la meticolosa ricerca che stanno dietro le opere di Sandy Skoglund. L’esposizione si compone di oltre 30 lavori e quasi tutti in grande formato.

Per maggiori informazioni visita il sito!

sandy skoglund sandy skoglund