Una struttura LED alta oltre 6 metri situata tra i palazzi di New York City, fra un bar e una pizzeria a 99 cent al 159 di Ludlow Street nel Lower East Side, riproduce l’immagine della Terra scattata da un satellite della NASA in orbita nello spazio.
L’installazione

Si tratta di Blu Marble, una installazione artistica ad opera di Sebastian Errazuriz. Il designer, artista e attivista cileno ha costruito la struttura a LED con la sponsorizzazione di Fontem Ventures, la società proprietaria del marchio di blu vape. L’opera consente di osservare la Terra e i suoi mutamenti sia di giorno che di notte. Per ottenere questo risultato l’artista e il suo team hanno creato un software che raccoglie le fotografie scattate da un satellite della NASA e le unisce creando una composizione video in continuo mutamento.

L’artista

Errazuriz è un artista cileno di origine newyorkese conosciuto per le sue opere pubbliche interdisciplinari. Tra le sue installazioni più note vi è quella dal titolo una pausa nella città che non dorme mai. L’installazione consiste in un video di tre minuti di se stesso che sbadiglia, trasmesso nel 2015 in tutti gli schermi video di Times Square.

50° anniversario dell’uomo sulla Luna

L’opera Blu Marble commemora il  50 ° anniversario della prima persona sulla Luna, e allo stesso tempo pone lo spettatore di fronte ad una nuova prospettiva, il reale aspetto della Terra nella sua interezza. La massa terrestre cosparsa di oceani e nuvole annulla la dimensione umana, dallo spazio non percepibile. Ciò scaturisce riflessioni sulla nostra esistenza e sulla temporaneità di ogni cosa. Un nuovo modo per far fermare gli occhi della città che non dorme mai.

Blue Marble

Il nome dell’installazione trae ispirazione dalla famosa Blue Marble scattata dall’equipaggio della navicella Apollo 17 nel 1972. Durante la corsa spaziale era in corso la guerra fredda e l’immagine della Terra vista dallo spazio ha incantato gli uomini di ogni parte del mondo. Una fotografia che è stata una rappresentazione visiva in grado di ricordarci che siamo tutti abitanti della stessa piccola roccia che sfreccia intorno al Sole.

Il messeggio

Per questo Sebastian Errazuriz in un periodo storico come il nostro, ricco di tensioni politiche ed economiche, ha pensato a Blu Marble. Per noi uomini lo stupore non cessa mai di fronte all’immagine della nostra Terra che, come ha affermato l’artista stesso,

è un promemoria della fragilità dell’esistenza. Mette la nostra vita in prospettiva, a livello globale, incitandoci a vivere in maniera piena, consapevoli del fatto che il nostro tempo su questo piccolo e vulnerabile pianeta è limitato”.