ABOUT SPLEEN

“Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni”

Spleen Magazine è un sogno; è vero!
È proprio un sogno che ho fatto qualche tempo fa: lavoravo nel reparto di medicina dell’ospedale come infermiera e quando i miei turni finivano, il luogo nel quale mi rifugiavo era sempre l’arte.

L’arte per me è sempre stata una finestra attraverso la quale guardare il mondo, interrogarsi su questioni che difficilmente trovano spiegazioni, e perché no, a volte una semplice contemplazione della bellezza.

Come ogni cosa, è più dolce quando condivisa.
Sono dell’opinione che l’arte sia una materia che riguarda tutti noi, non parla agli intenditori ma alle persone.

L’obiettivo

Per questo nasce il Magazine. L’obiettivo è quello di fornire una guida agli appassionati che sono in caccia degli eventi in corso, che hanno il desiderio di conoscere le gallerie e gli artisti contemporanei.
Allo stesso tempo l’ambizione è quella di aprire una nuova finestra sul mondo dell’arte contemporanea a quelle persone che ancora non ci si sono avvicinate.
Per noi l’arte
“deve confortare il disturbato e disturbare il comodo”
cit. Banksy

L’arte è aperta a tutti

L’arte non è un territorio dai confini armati. Nessuno è inadeguato per lei e non è mai troppo tardi per entrare nel suo territorio ed imparare ad apprezzarla.

Vogliamo accogliere gli esploratori giunti al confine, tendergli la mano e accompagnarli nel viaggio nelle sconfinate terre dell’Arte. Terre nelle quali perdersi sarà senz’altro un piacere.
Il nostro Magazine vuole rendere i lettori parte integrante del progetto.

Vogliamo essere uno spazio aperto a tutti, e un aiuto a quei galleristi e artisti che cercano un modo per far conoscere le loro iniziative al pubblico.